25 novembre 2014

L'ecografia

Questa è l'ultima del Geometra...
Quando aspettavamo il primo figlio, voleva accompagnarmi ovunque, non mi faceva portare nessun peso (nemmeno la spesa mi lasciava fare da sola!). Per la gravidanza mi sono fatta seguire da una ginecologa che lavora a 40 km di distanza da dove abitiamo e quindi, a parte qualche controllo che sono andata a fare da sola, per il resto mi accompagnava sempre.
Per la seconda gravidanza me la sono sbrigata un po' di più da sola: alle visite ci andavo io, con il primo figlio al seguito, e lui veniva solo per le ecografie. (Per inciso, anche per la spesa le cose sono un po' cambiate: io facevo la spesa, spesso con pargolo al seguito, e lui si occupava di scaricare le buste dalla macchina, pensando forse che fossero "magicamente" volate fin dentro il portabagagli!)
Ma gravidanze e parti meritano un capitolo a parte...
Ora aspettiamo il terzo... Io che sognavo la figlia femmina da sempre, ero un po' preoccupata che fosse un terzo maschio e quando si è trattato di andare a fare l'ecografia morfologica ero terribilmente in ansia... Da quando mi avevano dato la data dell'appuntamento non avevo parlato d'altro... Ovviamente ho subito avvisato il Geometra (un mese prima) di tenersi libero quel giorno e gliel'ho ripetuto almeno una volta al giorno per le ultime 2 settimane! Conoscendolo... :)
Qualche giorno prima ho organizzato tutto in modo che i bambini fossero custoditi fino al nostro ritorno (mi sono preoccupata di avvertire il grande che forse sarebbe rimasto alla scuola materna fino alle 16, poi ho verificato che il nido fosse disponibile a tenermi il piccolo per un eventuale pomeriggio, altrimenti avevo già allertato una lontana zia che era già pronta a farsi 2 ore di treno per venire a prenderceli a scuola...).
Quando ho comunicato tutte le mie mosse al Geometra, compreso che forse veniva la zia a dormire da noi la sera prima, per poter avere qualcuno che andasse a prendere i bambini a scuola, lui mi risponde pacifico: "Ma che problema c'è? I bambini posso andare a prenderli io!"
Credo di averlo fulminato con lo sguardo e lui mi ha guardata con la sua aria candida e mi ha chiesto cosa mi succedeva, perché - come ogni uomo sa - le donne incinte hanno strane idee ogni tanto! -.-
Ho provato a rinfrescargli la memoria, suggerendo alcune parole tipo "ospedale", "ginecologa"... Niente! Alla fine mi stavo arrabbiando e gli ho detto che non si sognasse di lasciarmi da sola all'ecografia morfologica: la prima l'ho fatta senza di lui (appunto perché siamo al terzo, e poi effettivamente non era programmata, ma doveva essere solo una visita e invece è finita per diventare l'ecografia "ufficiale" perché poi dovevo partire per tutto agosto per le vacanze!), le visite anche, ma stavolta che ci dicevano se era tutto a posto e se era maschio o femmina, non poteva mancare!!!
Alla mia rivelazione, imbarazzato, ha cercato di arrampicarsi sugli specchi adducendo confusioni di data (tipo: "Ah, ma siamo già a giovedì?"... "Ma l'ecografia era questa settimana? Mi ricordavo la prossima...").
Alla fine, ecco arrivare il giovedì mattina: svegliamo i bambini all'alba, li portiamo uno al nido e l'altro alla materna e partiamo per i famosi 40 km... Arriviamo all'ospedale con 2 muinuti di anticipo sull'orario dell'appuntamento (le 9.15) e lui decide che non può vivere se non prende un caffè... Ok, caffè veloce al bar... Lui calmo, tranquillo, che "Tanto, quando arrivi tu sei sempre in ritardo! Una volta che sei in orario perché ti ho portata io, mi metti anche fretta!!"...
Cerco di accelerare le operazioni, alla fine lo trascino dentro l'ospedale, lungo il chilometrico labirinto di corridoi per arrivare al reparto. Lo so che probabilmente ci sarà da aspettare, ma se mi chiamano e io non sono lì?
Morale della favola, arriviamo, ci sediamo nella saletta d'aspetto e, tempo di mettere giù la borsa, ci chiamano!!! Purtroppo il medico è uno che avevo già incrociato per la gravidanza precedente e brilla per rapidità e scarsa loquacità... L'altra volta c'ero rimasta un po' male, ma ormai siamo al terzo! Per fortuna c'era una specializzanda e quindi le ha mostrato tutto, spiegando cosa vedeva sullo schermo, così anche noi abbiamo avuto qualche delucidazione in più!
Comunque, la prima cosa che ci ha chiesto è stata: "Sapete già se è maschio o femmina?"
Io: "No, speravamo appunto di saperlo oggi..."
Lui: "Allora volete saperlo, anche se è femmina?" (Sgrunt! -.- Battutaccia maschilista!)
Al che io gli ho risposto: "Certo! Anzi, magari fosse femmina!!! A casa abbiamo già due maschi!!"
Lui mi schiaccia un po' la pancia e mi dice: "Sì, è femmina: si vede la patata!"
Il Geometra fa una smorfia di disappunto, forte dall'atteggiamento un po' maschilista del medico, e si lascia scappare un "Nooo!"...
...
Mi sono girata, l'ho fulminato e gli ho risposto ad alta voce, che sia lui che il medico sentissero bene: "Come? 'Tesoro', ringrazia che la terza finalmente è una femmina, perché sennò io VOLEVO IL 4° FIGLIO!!! Così possiamo fermarci a 3!"
Eh, beh! Quando ci vuole ci vuole!!! :)

P.S.- La cosa più bella è stata andare a prendere il Nano 4enne all'asilo e potergli dire: "Sai, oggi siamo andati a vedere al computer se nella pancia della mamma c'è un fratellino o una sorellina e il dottore ha detto che avremo una sorellina!" E lui ha fatto i salti di gioia ed è corso a urlarlo a tutti i suoi amici e alle maestre che incontrava nel corridoio! :)
Del resto mi aveva già detto che voleva una sorellina "perché un fratello ce l'ho già!" E al mio tentativo di non alimentare false speranze, spiegandogli che avrebbe potuto anche essere un altro maschietto e chiedendogli cosa ci potevamo fare se nasceva un altro fratellino, mi aveva tranquillamente risposto: "Lo diamo a qualcuno!"
-.-

Menomale che è femmina!!! Lulu

7 commenti:

Kylie ha detto...

Sti uomini grandi... Da piccoli invece sono fantastici!

lulu ha detto...

Peccato che poi crescono... e diventano anche loro "uomini"! :(

Andretta Baldanza ha detto...

Oh beh. Il GG alla prima morfologica, una volta saputo che era un maschio, ha adocchiato una strutture rigida lunga almeno 4 cm nel corpo di Riccardo (ventesima settimana, ricordiamocelo), e con uno sbrilluccichio negli occhi ha chiesto: quello è il pisello??? È il medico, ridacchiando: no, capisco l'orgoglio di padre, ma quello è il FEMORE :-)

Mamiga ha detto...

"Volete saperlo ANCHE se è femmina?". No, non so se sarei riuscita a mantenere l'aplomb necessario alla circostanza.
In ogni modo... auguri :)

Emanuela @ My Little Inspirations ha detto...

Non ti invidio con tre uomini in casa...meno male che l'ultima è una bimba!!!

Lali la ha detto...

forza che finalmente arrivano i rinforzi!
..
il caffè prima della morfologica ad 1 minuto dall'appuntamento... uguale a mio marito :D

BiancaneveRossa ha detto...

Uomini assurdi e tutti fatti a stampo!!!
Tuo marito almeno si è prodigato nel massimo aiuto per una gravidanza!!!
Io ho una femmina di 12 anni ed un maschio di 10....Chiaramente in casa scappano sempre i commenti sui "maschi mononeuronali" in riferimento a mio marito...e mio figlio ogni volta ci resta malissimo e dice " mamma, però anche io sono maschio!"...e di regola gli rispondo che per lui non vale il ragionamento....
Spero che in futuro possa diventare una mosca bianca, uno di quegli uomini con i neuroni ben messi....E' un bambino molto dolce....speriamo bene!!!!